Matteo Renzi dice no al lodo Conte sulla prescrizione

HuffPost
Italian politician Matteo Renzi guest at the Porta a Porta television broadcast. Rome (Italy), January 15th, 2020 (photo by Massimo Di Vita/Archivio Massimo Di Vita/Mondadori Portfolio via Getty Images)

Può essere il “lodo Conte” che distingue condannati da assolti la soluzione sulla prescrizione? “Assolutamente no: viola i principi costituzionali. L’essere o meno colpevole non si valuta in primo grado ma alla fine del percorso e quindi introdurre una differenziazione tra la condanna e l’assoluzione in primo grado viola i principi costituzionali. Quindi non è questo il punto. Direi che non c’è un punto di caduta”. Lo dice il leader di Italia Viva Matteo Renzi a Zapping, su Radio 1, mentre è in corso il vertice a Palazzo Chigi.

Sulla posizione di Italia Viva  sulla prescrizione interviene il segretario del Pd, Nicola Zingaretti: “C’è una maggioranza da tutelare. Chi vota con l’opposizione la indebolisce. Se non saremo soddisfatti del punto di caduta sulla prescrizione faremo approvare la nostra legge. Andremo fino in fondo per costruire una soluzione e non per sfasciare la maggioranza che c’è”.

Continua a leggere su HuffPost