Matteo Salvini, campagna per le regionali: “Via quella gentaglia”

matteo salvini

Legittima difesa contro i ladri del voto“. Con queste parole inizia la dura campagna che Matteo Salvini ha intenzione di condurre per vincere le prossime regionali. Martedì 11 settembre, il leader della Lega ha intrapreso il proprio mini tour dell’Umbria, prima regione che andrà alle urne nella tornata che avrà inizio in autunno e si concluderà nella primavera del 2020. Nel corso del suo tour è stato accompagnato dalla candidata presidente Donatella Tesei, assicurando che “molto presto torneremo al governo mandando via quella gentaglia che ha paura di votare“.

Matteo Salvini, la campagna per le regionali

Come ripetuto più volte, per Salvini il governo giallorosso è nato da una “vergognosa manovra di palazzo“, ma il leader della Lega non si arrende e punta tutto sulle prossime elezioni Regionali, che secondo lui svergogneranno questa maggioranza “legittima formalmente ma abusiva nella sostanza“. L’ex ministro dell’Interno, che al momento della crisi ha sostenuto strenuamente la necessità di andare ad elezioni, ha continuato a ripete senza stancarsi che “non si può scappare per sempre“, motivo per il quale sta preparando una durissima campagna elettorale con l’obiettivo di rosicchiare voti a Movimento 5 Stelle, puntando soprattutto su chi si è mostrato in disaccordo con l’alleanza.

L’Emilia Romagna

Per Salvini la sfida principale resta quella che si gioca sull’Emilia Romagna che potrebbe tornare al voto il prossimo 24 novembre. Per la Lega la candidata è Lucia Borgonzoni, che sfida il governatore Pd Stefano Bonaccini. Voci di corridoio fanno poi sapere che il Movimento 5 Stelle parrebbe intenzionato a non presentare un suo candidato, motivo per il quale la Lega può sperare che i voti grillini confluiscano a loro favore.