Matteo Salvini incontra i Vigili del Fuoco: “Ci batteremo per loro”

salvini vigili del fuoco

Matteo Salvini ha lasciato il Viminale da ormai qualche mese, ma nonostante ciò continua a comportarsi come se fosse ancora Ministro degli Interni. Infatti, nei suoi viaggi istituzionali in giro per l’Italia mostra una certa sicurezza nei suoi movimenti. Salvini e il suo fedelissimo senatore fin dai tempi in cui era ministro, Stefano Candiani, hanno incontrato i sindacati dei Vigili del Fuoco, a pochi giorni dalla tragedia di Alessandria. La compagnia di pompieri è ancora scossa per la perdita di Marco, Matteo e Antonino, mentre Matteo Salvini approfitta dell’incontro per giudicare l’esecutivo.

Salvini incontra i Vigili del Fuoco

Stefano Candiani ha accompagnato il leader leghista Matteo Salvini in una visita ai sindacati dei Vigili del Fuoco, ancora in lutto per l’esplosione di Alessandria. “Questa mattina (13 novembre) ho incontrato i sindacati dei Vigili del Fuoco con il senatore Candiani – ha spiegato -. Continueremo a batterci per tutti loro”. Il leader del Carroccio, forte dell’oltre 30% del suo partito approfitta della situazione per attaccare il governo sulla manovra: “Più tasse e clandestini per gli italiani e meno soldi per i Vigili del Fuoco” ha esordito Salvini. Poi, il leghista rincara la dose attaccando di nuovo: “Il governo delle Poltrone nega l’aumento degli stipendi, che la Lega aveva garantito con 216 milioni in tre anni (50 già per il 2019). Ora Lamorgese dà le briciole: 25 milioni. Vergogna!”.

Infine, trovandosi di fronte a degli uomini che ogni giorno rischiano la vita per il paese, il leader leghista ha proposto: “Le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco e i prefetti meritano di più!”.