Matteo Salvini ha l'orzaiolo, Twitter si scatena tra consigli e rimedi

webinfo@adnkronos.com

Matteo Salvini chiede aiuto per l'orzaiolo e Twitter risponde. Non è una novità che il capo della Lega abbia un seguito molto affezionato sui social, che lui tiene sempre informato sia sulla sua vita politica che su quella privata. Si incontra spesso, scorrendo le bacheche di Instagram, Twitter e Facebook Salvini che chiede consigli culinari o condivide racconti di viaggi e passatempi, aumentando così la propria familiarità con i follower e a volte anche discutendo con loro. 

Questa volta l'ex ministro ha postato uno scatto in cui indicava il suo occhio leggermente infettato e, oltre a invitare i suoi fan a seguirlo su 'Dritto e Rovescio', ha scritto: "Per combattere l'orzaiolo la mia nonnina mi faceva impacchi di camomilla e a volte mi faceva pure guardare nella bottiglia dell'olio. E funzionava!!". Tra il pubblico molti si sono preoccupati per la salute del 'Capitano' e hanno inviato i loro personalissimi rimedi per il fastidio oculare. 

Elisa, per esempio, gli scrive: "Mia nonna ci passava l'oro, tipo anello, l'orzaiolo andava via in poche ore, lo faccio ai miei quando gli succede e funziona sempre". Adriana consiglia una pomata, ma avverte: "Potrebbe essere herpes perché è bucato, comunque l'ho usata anche io". Marga riporta un'altra leggenda piuttosto fantasiosa: "Anche far finta di cucire l'occhio da una donna incinta per tre volte, recitando all'orzaiolo una filastrocca per andare via, tanto tempo fa funzionava". 

Cleante avverte, però, che il rimedio di nonna Salvini non è sufficiente: "Ahimè non basta, serve pomata antibiotica e dieta povera di zuccheri per 10 giorni, questa la cosa più scocciante". Pagano consiglia la più selvaggia "acqua di mare", per Giuseppe "deve fare gli impacchi con l'acido borico", mentre Rossi sentenzia: "Con il cortison chemicetina passa in un giorno". 

Sull'argomento è intervenuta anche una fonte accreditata, il dottor Roberto Burioni che, invitato da un utente a dare il proprio parere medico, scherza: "Salvo rarissime eccezioni l'orzaiolo guarisce spontaneamente quindi va bene qualunque cosa innocua, anche l'ascolto dei successi di Julio Iglesias". 

C'è tuttavia anche chi ha trovato un'interpretazione più alta al fastidio di Salvini. "E' psicosomatico - avverte Renato - stress, ansia..". E Lorenzo, ironicamente, cerca di dare una spiegazione più profonda: "È uno sfogo dovuto a qualche delusione. Mi è capitato da bambino: giocavo a calcio con gli amici, il pallone era mio e me lo sono portato via convinto che tutti smettessero di giocare. Invece ne avevano un altro e io sono rimasto lì impotente. E tutti che mi prendevano in giro". 

Chi non ha potuto supportare l'ex vicepremier con antiche ricette ha comunque voluto dare il suo apporto augurando una pronta guarigione, anche se resta chi, come Nick, l'ha buttata sul ridere e ha chiesto: "Hai già provato col mojito?".