Matteo Salvini: "Sì alla cittadinanza a Ramy. È come mio figlio"

Huffington Post

"Sì alla cittadinanza a Ramy perché è come se fosse mio figlio e ha dimostrato di aver capito i valori di questo paese, ma il ministro è tenuto a far rispettare le leggi. Per atti di bravura o coraggio le leggi si possono superare". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini a proposito del ragazzino che ha dato l'allarme ai carabinieri dal bus sequestrato a San Donato Milanese.

Il vicepremier, sempre nel corso della registrazione della puntata del Maurizio Costanzo Show in onda giovedì sera, ha stretto la mano al vincitore del Festival Mahmood. "Nessuna polemica, qualcuno ha strumentalizzato - le parole di Salvini - poi mio figlio è un super fan e vuole l'autografo, io sono un po' più vecchio".

Continua a leggere su HuffPost