Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità

Matteo Tagliariol: "La tentazione di rinunciare a tutto"

I fatti dell'anno
27 novembre 2012

Matteo Tagliariol è uno degli schermidori italiani di maggior talento degli ultimi anni. Istinto, velocità, un pizzico di discontinuità. E pensare che sua mamma, Francesca Coghetto Tagliariol, ha dovuto sempre incoraggiarlo, perché l’unico a non essere convinto del suo talento per proprio lui, Matteo.“Chi era attorno a lui era consapevole della sua bravura, mentre lui aveva qualche dubbio".

Matteo Tagliariol: Crescere un campioneDopo la mancata qualificazione nel 2003 ai Campionati mondiali e alle Olimpiadi, Matteo ha seriamente considerato di lasciare la scherma. La madre, Francesca, lo ha convinto che aveva il talento per essere il migliore e che avrebbe dovuto continuare. Matteo ha vinto la medaglia d’oro nel 2008 ai Giochi Olimpici di Pechino.



Il momento più bello sono stati i Giochi di Pechino del 2008, quando Matteo vinse l’oro nella spada maschile, una medaglia che all’Italia mancava dall’Olimpiade di Roma del 1960. Tanti anche i momenti difficili, in una carriera dai molti alti e bassi, in cui il sostegno della famiglia è stato fondamentale. "Il 2003 è stato l’anno più difficile - racconta mamma Francesca - senza vittorie ai campionati, senza qualificarsi per i Giochi Olimpici". La soluzione è stata un mix di amore e buon senso: "Ha avuto la tentazione di mollare, rinunciare a tutto. Gli ho proposto un periodo di riflessione nella nostra casa al mare. Abbiamo parlato a lungo e alla fine sono riuscita a fargli capire che quella era la sua vita”.

Un altro stop c’è stato con la mancata qualificazione ai Giochi di Londra 2012, a cui Matteo teneva tantissimo. Il nemico da battere non è stato un avversario in pedana ma un brutto infortunio ai legamenti dell’indice della mano destra. L’obiettivo è invece l’Olimpiade di Rio 2016, per regalarsi un’altra Pechino.

I video di Procter & Gamble, 'Crescere un campione', ci hanno accompagnato verso i Giochi Olimpici di Londra raccontando gli sforzi, i sacrifici e i traguardi di grandi campioni olimpici di tutto il mondo attraverso la speciale testimonianza delle loro mamme, le più grandi sostenitrici che hanno avuto un ruolo fondamentale nelle loro vite.