Matteo in Tour: nasce la mappa che traccia tutti i viaggi di Salvini

Matteo Salvini, nasce la mappa digitale che traccia ogni suo viaggio

Dall’inizio del mandato ha percorso circa due volte la distanza che si impiegherebbe per fare il giro del mondo e ben quattro volte quella battuta dalla corsa di Forrest Gump. Matteo Salvini tra feste della Lega, impegni istituzionali e visite propagandistiche ha totalizzato 106mila chilometri in circa un anno. Ad aggiornare il tabellino di marcia del leader del Carroccio ci pensa Matteo in tour, il sito online che segue la roadmap del vicepremier, tracciando tutti i chilometri macinati dal ministro dell’Interno dal giorno in cui è entrato in carica (420 giorni di governo).

Matteo in Tour cartello 2

Il contachilometri di Matteo Salvini

Sul portale, nato dal lavoro di un computational designer, si tiene il conto di tutti gli spostamenti di Matteo Salvini: dove, quando e a quale distanza dai palazzi della politica di Roma si trova il ministro “Usiamo la pagina ufficiale di Matteo Salvini su Facebook per tenere traccia dei suoi impegni pubblici”- si legge sul sito- “La distanza totale percorsa è calcolata sommando la distanza stradale (ottenuta da Google Maps) tra una tappa e la precedente. Ovviamente, questo metodo non tiene conto di tutti gli spostamenti istituzionali non pubblici, di quelli personali o dei rientri dopo apparizioni pubbliche verso Roma, ma è comunque un buon indicatore di quanto il Ministro viaggi”.

Matteo in Tour cartello 1

Su Matteo in Tour, pagina progettata dal collettivo Visualize News (specializzato in raccolta e analisi di dati) si legge inoltre che i fondatori credono “che i chilometri realmente percorsi negli ultimi anni da Matteo Salvini siano ben superiori alla stima pubblicata”. Dalla pagina web si nota subito come e quanto il Ministro Salvini viaggi per l’Italia e verso l’estero, si può addirittura stilare la classifica delle regioni del nostro paese da lui più visitate: al primo posto la Lombardia (66), seguita dall’Abruzzo (34), e Lazio (31). In coda troviamo la regione Molise (2) e il Friuli Venezia Giulia (3).