Maturità, Cacciari: "Curriculum studenti? Classista ma almeno non ipocrita"

·1 minuto per la lettura

Il curriculum vitae dello studente che quest'anno debutterà all'esame di Stato è uno strumento classista ma almeno non ipocrita. A dirlo è Massimo Cacciari che all'Adnkronos commenta: "La scuola, la sanità, tutto è tornato ad essere di classe in questo Paese. E' saltato tutto ciò che era una tendenza, una prospettiva all'uguaglianza di condizioni". "Apprezzo che almeno non sia uno strumento ipocrita"; registrerà in modo formale "se c'è una famiglia che può far studiare i figli all'estero, con corsi a destra e manca", spiega.

"E' una constatazione di fatto: sono cresciute le diseguaglianze all'infinito, e la pandemia accentua ancora di più la cosa. Mi dica questo - sollecita - Una laurea a Camerino vale come una alla Bocconi? E quanto costa in più studiare alla Bocconi rispetto a Camerino? La metà dei miei amici ha figli che studiano all'estero. Appena una famiglia ha soldi manda i ragazzi fuori". Ma il cv dello studente è uno strumento formale che registra le diseguaglianze? "Almeno non è ipocrita - risponde il filosofo - Ed io apprezzo quando si fanno le cose in modo non ipocrita. Ci sono famiglie che possono far studiare i figli all'estero, fargli fare corsi a destra e manca e ci sono quelle che non possono. Esattamente come adesso - conclude - c'è chi sta in dad in villa con piscina e chi chiuso in quattro in una stanza".

Il curriculum dello studente introdotto dalla legge 107 del 2015 è stato disciplinato dal decreto legislativo 62 del 2017. Da quest'anno accademico sarà allegato al diploma di Maturità. (di Roberta Lanzara)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli