Maturità, Fedeli: ripristino Invalsi e alternanza scelta di serietà

Pol/Gal

Roma, 26 nov. (askanews) - "Aver ripristinato l'alternanza scuola-lavoro e i test Invalsi come requisiti di ammissione all'esame di maturità, così come previsto dal decreto legislativo 62 del 2017 che attuava la legge 107, è una prova di serietà e responsabilità nei confronti delle nostre studentesse e dei nostri studenti e del loro diritto a un'istruzione e a una formazione di qualità". Lo dichiara la senatrice Pd Valeria Fedeli.

"Già lo scorso anno, di fronte alla retromarcia ingranata dal precedente governo su questo tema, avevamo sollevato obiezioni e manifestato preoccupazione per una scelta che consideravamo un disinvestimento rispetto alle opportunità che il nostro Paese ha il dovere di garantire alle ragazze e dei ragazzi. La circolare del Miur trasmessa ieri conferma invece che la politica e le istituzioni hanno a cuore il futuro dei giovani e di tutto il Paese - prosegue Fedeli -. I test Invalsi, infatti, non sono solo uno strumento di valutazione o per orientarsi nella scelta del percorso di studi o di lavoro successivi, ma servono a garantire ai nostri studenti le stesse opportunità di qualità formativa che hanno le ragazze e i ragazzi di altri 90 paesi del mondo. Altrettanto vale per l'alternanza scuola-lavoro: un'opportunità di formazione che accompagna, orienta, sostiene e forma le alunne e gli alunni verso l'inserimento lavorativo in un mondo che cambia e in armonia con i cambiamenti dell'oggi e per affrontare al meglio anche quelli del domani".