Maurizio Mattioli parla della moglie morta in seguito a un incidente. "Lei avrebbe voluto finirla prima"

Huffington Post

"L'incidente di mia moglieè stato un colpo terribile mi è cascato tutto addosso. Poi, da lì, 7 anni di passione, soprattutto di sofferenza emotiva: anche mia moglie avrebbe preferito finirla prima". Nel 2014, a sette anni di distanza da un incidente stradale nel quale è rimasta coinvolta, si è spenta la moglie di Maurizio Mattioli. L'attore, ospite di Eleonora Daniele a Storie Italiane su Rai1, ha raccontato il suo dramma.

"In quei pochi momenti di lucidità mi faceva capire che soffrire in quella maniera, inutilmente, senza un minimo di speranza. Per sette anni è stata veramente brutta", ha raccontato Mattioli, che solo adesso sta ricominciato a prendere in mano la sua vita, "Stiamo ricominciando a vivere un po', adesso: purtroppo, o per fortuna, la vita prosegue e va avanti. Però ci sono stati gli amici, esistono persone che possono farti soffrire un po' di meno standoti vicino in maniera sincera: io, grazie a Dio, le ho avute"

Tra i vari amici che sono rimasti al suo fianco in questo difficile momento, c'è stato anche il regista Carlo Vanzina e il fratello Enrico: "Io ho avuto tanta solidarietà, tutt'ora ce l'ho, ma in termini pratici loro sono stati straordinari. Non hanno mai tradito l'amico a favore del regista o del produttore. Nessuno avrebbe fatto quello che hanno fatto loro. Mettendomi a mio agio, anche con sforzi economici. E Carlo mi mancherà per sempre, per tutta la vita. Ciao Carlo".

Continua a leggere su HuffPost