Maxi evasione nel settore delle energie rinnovabili

Venezia, 24 ott. (askanews) - Scoperta dalla Guardia di Finanza una maxi evasione nel settore delle energie rinnovabili. Le fiamme gialle hanno messo sotto sequestro denaro e beni immobili per un totale di 45 milioni di euro, su richiesta delle procure della corte dei Conti di Venezia e Bolzano. I sequestri riguardano la società QCII Basilicata srl, ritenuta responsabile di un danno erariale per oltre 65 milioni, dovuto alla percezione indebita di contributi pubblici per la realizzazione di impianti fotovoltaici. La società avrebbe di fatto subaffittato alcuni parchi fotovoltaici in Basilicata facendoli figurare come di potenza inferiore a un megawatt e quindi e ricevendo illecitamente gli incentivi.