Maxi multa per la giovane che ha violato l'isolamento

·1 minuto per la lettura
Ragazza positiva
Ragazza positiva

Una ragazza, risultata positiva al Covid, ha violato l’isolamento domiciliare che le è stato imposto dalle autorità, per recarsi a due eventi diversi. Il fatto è accaduto a Grenchen, comune svizzero del Canton Soletta, lo scorso giugno. La ragazza era risultata positiva, ma nel giro di cinque giorni ha deciso di partecipare a due eventi diversi in città.

Ragazza positiva a due eventi

A fine giugno la ragazza è risultata positiva ma ha deciso di violare l’isolamento per recarsi a due eventi diversi. La 21enne è stata condannata al pagamento di una multa di 1500 franchi, ovvero circa 1400 euro, più le spese processuali. La ragazza ha completamente ignorato la sua quarantena forzata, partita subito dopo l’esito del tampone, e ha deciso di uscire e frequentare altre persone come se nulla fosse. I due eventi in città, a cui ha partecipato, erano molto frequentati, tanto che a finire in quarantena sono state ben 280 persone.

La quarantena per tutte queste persone è stata a titolo precauzionale, perché erano state nello stesso luogo della ragazza e potevano essere state a contatto ravvicinato con lei. Soprattutto tenendo conto che aveva già ottenuto il risultato del tampone, positivo. Tra tutte queste persone solo una è risultata a sua volta positiva. In Svizzera le persone che violano intenzionalmente le disposizioni anti-Covid sulla quarantena e sull’isolamento domiciliare rischiano una multa che può arrivare fino a diecimila franchi. In questo caso si è trattato di 1500 franchi.