Maxi rissa tra famiglie sinti, tre denunce

Alle prime luci dell'alba di lunedì i carabinieri di Busto Arsizio hanno condotto un blitz finalizzato all'identificazione di tutte le persone che la scorsa settimana sono state coinvolte nella maxi rissa scoppiata all'interno del campo nomadi di via per Bienate.

L'operazione, conclusa con il riconoscimento di 25 soggetti, ha portato alla "denuncia in stato di libertà" per tre persone. Il litigio, partito tra due famiglie sinti per "incomprensioni matrimoniali tra due soggetti appartenenti alle famiglie, tra loro legate da diversi vincoli sentimentali", ha causato il ferimento di uno dei denunciati che è stato condotto in ospedale per colpi ricevuti a testa e volto guaribili con sette giorni di prognosi.

Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine intervenute nel Varesotto 13 soggetti sono stati rintracciati nell'area di via per Bienate di proprietà della famiglia Lucchesi, gli altri 12 in quella di via per Dairago della famiglia Bianchi.

LEGGI ANCHE - Blitz della polizia a Rio: uccisa una bimba