Maxi rogo nel porto di Ancona, "Tenete chiuse le finestre"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Un vasto incendio è scoppiato poco dopo le 23 di martedì nella zona portuale di Ancona. Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco del capoluogo marchigiano, ma anche da Macerata e da Pesaro con autobotti e autoscale. Verso le 2 di notte, il rogo è stato messo sotto controllo. Fortunatamente nessuna persona risulta coinvolta. Le operazioni di spegnimento, hanno tuttavia fatto sapere i pompieri, andranno avanti per tutta la giornata.

VIDEO - Rogo di Ancona, i Vigili del Fuoco all’opera

LEGGI ANCHE: Incendio Ancona, "almeno tre esplosioni, abbiamo pensato subito a Beirut"

L'incendio si è sviluppato nella zona tra l'ex Fiera della Pesca e l'area Zipa, interessando 2-3 padiglioni della ex Tubimar, dove venivano costruiti scafi per le navi, con la presenza di solventi, bombole di acetilene e ossigeno. Si sono udite forti esplosioni e sull'area si è alzata una colonna di fumo alta e densa e in tutta la città si sente un odore acre.

VIDEO - Ancona, fiamme domate ma resta l'allerta

Il Comune, a causa dell'incendio, ha "chiuso in via precauzionale tutte le scuole di ogni ordine e grado, le università, i parchi e gli impianti sportivi all'aperto, in attesa delle analisi e delle indicazioni delle autorità sanitarie, dell'Arpam e degli esiti dei sopralluoghi dei Vigili del fuoco". "Si raccomanda - ribadisce il Comune - di tenere chiuse le finestre e di limitare gli spostamenti non necessari".

GUARDA ANCHE: Un incendio al porto: Beirut ripiomba nell'incubo