Maya, l'ingegnoso trucco usato per sopravvivere: la scoperta dei ricercatori

·1 minuto per la lettura

Grazie alle più moderne tecniche scientifiche, alcuni archeologi hanno fatto una nuova scoperta a Tikal, antica città Maya situata in Guatemala.

LEGGI ANCHE: --- L’orologio che segna la fine del mondo si trova a Roma: ecco quanto tempo abbiamo prima dell’apocalisse

La vasta area era una delle più grandi e importanti città dell'impero Maya. Nonostante la sua imponenza, la zona è priva di fiumi o laghi nelle vicinanze.

Per questo la civiltà Maya sviluppò un'enorme rete di bacini idrici, utili a immagazzinare acqua piovana.

L'ultima scoperta ha rivelato un nuovo livello di profondità nella città, che mostra il più antico sistema di filtrazione dell'acqua mai esistito.

Il sistema maya per purificare l'acqua si serviva della zeolite, minerale vulcanico usato ancora oggi nei filtri dell'acqua. Lo stratagemma inventato dai Maya, che risale al 164 a.c., permetteva loro di avere acqua potabile e dunque vivere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli