Nuova Mazda 3, un'auto che non segue le mode

redazione@motor1.com (Redazione)

Più lunga delle rivali, la nuova 5 porte giapponese ha un look che la distingue e un interno ben fatto

Il traffico, gli autovelox e le condizioni dell’asfalto rendono difficile pensare che al volante di un’auto sia ancora possibile divertirsi. Eppure è così, nonostante le difficoltà, perché le auto continuano a regalare forti emozioni pur all’interno di un “contesto” sempre più difficile per gli automobilisti, fra ingorghi, il pericolo di farsi multare e le buche per strada.

Con un’auto però ci si può divertire anche soltanto guardandola. E’ il caso della nuova Mazda 3, berlina a 5 porte dal look sicuramente molto personale che non lascia indifferenti, come ci racconta Andrea, sorpreso dalle sue linee fluide e levigate al pari di chi l’ha vista allo scorso Salone di Ginevra.

Da famiglia, ma con carattere

La Mazda 3 è una classica auto con carrozzeria a 2 volumi e a 5 porte, di quelle che in gergo vengono definite segmento C. E’ la categoria della Volkswagen Golf, per capirci; auto da famiglia che in molti casi mettono davanti la praticità allo stile.

Mazda 3, auto a prima vista

Mazda invece ha scelto un approccio differente, che si riflette anche nelle dimensioni: la 3 infatti è lunga ben 4,46 metri, addirittura 21 cm in più della Volkswagen Golf.

Le ultime novita dal mondo Mazda, non solo "3"

Il risultato è un’auto con cofano molto lungo e una “coda” raccolta e affusolata, che rompe gli schemi fra le proposte analoghe. Gli stilisti della casa giapponese hanno saputo regalare alla 3 un look dinamico e accattivante senza calcare troppo la mano sui dettagli o gli spoiler, assenti.

Mazda 3, auto a prima vista

Migliorabile qualche comando

Anche l’interno dice qualcosa di nuovo, perché la plancia è liscia come la carrozzeria e il volante a 3 razze dà una gran bella impressione di sportività. Lo schermo del sistema multimediale si trova dove gli occhi lo cercano e non ha i comandi touch, perché le sue funzionalità si gestiscono dalla rotella fra i sedili.

Mazda 3, auto a prima vista

A non convincere Andrea è stata la posizione poco intuitiva di alcuni comandi: i tasti per cambiare la visualizzazione delle telecamere di parcheggio e per memorizzare le regolazioni del sedile sono alla sinistra del volante, nascosti dal volante stesso.

Di questa sbavatura ci si dimentica però toccando la plancia (molto ben assemblata) e sedendosi sui comodi sedili, che offrono un solido appoggio per il bacino.