Mazda e Bose, una collaborazione che prosegue da 30 anni

·2 minuto per la lettura

Mazda e Bose proseguono una collaborazione che le vede sfidare insieme le convenzioni da 30 anni. Il 1991 ha segnato l’inizio di una collaborazione tecnologica destinata a protrarsi nei tre decenni successivi e per numerosi modelli di vetture. Da quando, trent’anni fa, Mazda e Bose hanno iniziato a lavorare insieme sulla RX-7 di terza generazione, le due aziende hanno continuato a collaborare per dar vita ad innovative soluzioni audio premium che contribuiscono a un’esperienza di guida superiore. Nel loro insieme, potenza del suono e gioia di guidare offrono al cliente un’esperienza coinvolgente che consente ai passeggeri di percepire all’interno della propria auto ogni dettaglio acustico con l’impatto emotivo di un concerto dal vivo.

Dopo l'esordio della collaborazione con la RX-7 FD, proseguita poi con la ricerca di un’eccezionale qualità del suono su un'auto decappottabile quando il tetto è abbassato - ottenuta grazie ad un commutatore di equalizzazione ed altoparlanti UltraNearfield incorporati direttamente nei poggiatesta nella MX-5, l’ultima generazione di vetture Mazda ha visto un’altra svolta della trentennale collaborazione. In quasi tutti i modelli dalla Mazda3 MY19, i woofer sono stati spostati dai pannelli delle portiere ai lati della plancia sopra le zone poggiapiedi. Questo nuovo posizionamento non solo libera spazio per tasche più grandi nelle porte, ma contribuisce anche a una migliore esperienza sonora, dato che la forza dei bassi viene riflessa contemporaneamente dal pavimento, dalla paratia tagliafuoco e dall’area dei poggiapiedi.

Questo effetto di proiezione dall’angolo crea una riproduzione dei bassi straordinariamente ricca e d’effetto, che non risulta né dominante né soggetta a distorsioni. Inoltre, le casse dei bassi ai lati della cappottatura sono integrate da un subwoofer aggiuntivo nella parte posteriore per “uniformare” in tutto l’abitacolo le prestazioni a bassa frequenza. La nuova configurazione, adeguatamente denominata BassMatch, mostra tutto il suo potenziale nella MX-30 totalmente elettrica. Poiché non c’è la sonorità del motore endotermico, il conducente ed i passeggeri possono apprezzare dettagli ancora maggiori e un’esperienza audio più ricca che mai. Dal primo progetto a quest’ultimo esempio, la collaborazione tra Mazda e Bose è stata caratterizzata non solo dall’ingegnosità progettuale ma anche dall’affinità di spirito tra le due aziende: una passione per ampliare i limiti di ciò che è possibile e una convinzione condivisa che le soluzioni premium richiedano un approccio audace e non convenzionale. Questo è anche ciò che guiderà i progetti comuni negli anni a venire con la ricerca di soluzioni uniche nel perseguimento di un obiettivo comune: la connessione perfetta tra auto, conducente e musica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli