Mazzolini (Fvg) incontra delegazione Stiria su prospettive turismo

Red/Cro/Bla

Roma, 6 nov. (askanews) - Il consigliere regionale e vicepresidente del Consiglio, Stefano Mazzolini, ha incontrato stamani a Trieste una delegazione di amministratori e imprenditori della regione austriaca della Stiria in Friuli Venezia Giulia per una serie di visite conoscitive del territorio, in particolare dell'ambito montano, ma anche ai principali centri a partire dal capoluogo regionale.

"Una visita - ha spiegato Mazzolini dando il benvenuto agli ospiti - che contribuisce a rafforzare le collaborazioni già intense ed efficaci tra le due regioni e più in generale con l'Austria poiché - ha sottolineato - sono i nostri primi interlocutori in campo turistico e il raggio di azione può essere ulteriormente allargato e approfondito".

Cordiali colloqui e scambio di doni - soprattutto libri che documentano peculiarità e bellezze delle due realtà - hanno caratterizzato l'incontro che ha offerto agli ospiti l'opportunità di approfondire aspetti di interesse relativi alla normativa regionale per il recupero della competitività (L.r. 6 del 2019).

"Puntiamo a migliorare il nostro patrimonio recettivo intervenendo sul livello qualitativo delle strutture e dei servizi che esse possono offrire, con una differenziazione delle tipologie in funzione anche delle esigenze turistiche" - ha detto ancora Mazzolini che ha parlato pure dello sviluppo delle piste da sci e di quelle ciclabili "per una più piena fruizione del nostro territorio in sintonia con modalità turistiche molto diffuse oltralpe".

Al centro dell'attenzione sia gli European Youth Olympic Festival (Eyof) 2023 che si disputeranno nei poli sciistici delle montagne friulane coinvolgendo anche le città di Trieste e Udine, sia un altro importante settore che riguarda i giovani, ovvero quello degli scambi formativi in campo scolastico e professionale che facilitino anche l'apprendimento della lingua. Ambiti che hanno trovato interlocutori interessati nei rappresentanti della Camera di commercio e della Scuola dei mestieri di Voitsberg, presenti nella delegazione assieme a operatori e imprenditori in campo turistico ed enogastronomico.