McLaren 620R, limited edition stradale con DNA da pista

redazione@motor1.com (Alberto Pellegrinetti)
McLaren 620R

La base di partenza è la coupé da corsa McLaren 570S GT4, ma è targata

Elva, Spider 600LT, GT, Senna GTR per sola pista e numerosi modelli in edizione speciale. Nonostante questo, il 2019 non è ancora finito per gli uomini di Woking. Adesso è arrivato il momento di incontrare il modello più potente della Sports Series: la nuova McLaren 620R, versione derivata dalla macchina da corsa 570S GT4.

Altre versioni molto speciali

Più potenza

Sarà costruita in soli 350 esemplari e utilizzerà il motore V8 biturbo da 3,8 litri da 611 CV e 620 NM di coppia, 49 CV e 20 Nm in più rispetto alla 570S standard, grazie alla modifica della gestione della ECU e del turbocompressore. La potenza in più ha permesso alla McLaren di tagliare un decimo di secondo dallo sprint 0-100 km/h, che adesso richiede solo 2,9 secondi.

Pronta per battere record 

Il tempo necessario per coprire i 200 km/h da fermo è sceso drasticamente, da 9,5 secondi a 8,1. A causa del focus aerodinamico aggiornato sulla deportanza, piuttosto che sulla velocità massima, la velocità massima è leggermente diminuita da 328 km/h a 322 km/h.

Per le massime prestazioni, i proprietari della 620R possono sostituire i pneumatici semislick standard Pirelli P Zero R con gomme slick con specifiche per gli sport motoristici riservati alla pista che offrono una superficie di contatto dell'8% più grande.

Ali da corsa

Secondo McLaren, è la prima volta che un'auto equipaggiata con ruote anteriori da 19 pollici e posteriori da 20 è stata sviluppata per utilizzare pneumatici slick senza dover subire ulteriori regolazioni meccaniche.

Il pacchetto aerodinamico rivisto evidenziato da un'ala posteriore regolabile gigante aiuta l'auto a sviluppare 185 chilogrammi di carico aerodinamico 250 km/h. La potenza frenante è fornita dai freni di ultima generazione della McLaren con dischi da 390 mm in carbo-ceramica nella parte anteriore e dischi da 380 mm nella parte posteriore che lavorano con pinze in alluminio forgiato su entrambi gli assi.

2020 McLaren 620R

Il cockpit

Alcuni cambiamenti si sono verificati anche all'interno della cabina rispetto alla normale 570 S in quanto ora ci sono sedili da corsa in fibra di carbonio con cinture a sei punti di serie, insieme a cinghie per le portiere e paddle del cambio in fibra di carbonio.

Sono stati aggiunti diversi accenti ispirati alle auto da corsa, tra cui un segno rosso delle 12 sul volante, mentre il sistema di telemetria McLaren è di serie.

Versioni

La McLaren venderà la 620R in tre diverse finiture esterne: Onyx Black con strisce arancioni, Silica White con strisce arancioni e McLaren Orange con strisce bianche da corsa. Se la preferireste in un'altra variante, MSO ha una vasta gamma di colori a disposizione, insieme a una livrea speciale derivata dalla già menzionata Senna GTR. Oltre a queste finiture, le decalcomanie sono disponibili come optional.

La produzione della McLaren 620R inizierà a gennaio per coloro che sono disposti a pagare il prezzo iniziale di 250.000 sterline, circa 296.000 euro al cambio attuale.