Meda, 'ritorno a pre-Covid, cresciuti del 35%'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 8 nov. (Adnkronos) – "Siamo più grandi degli anni scorsi, nel senso che siamo cresciuti del 35%, quindi una fiera con il sesto padiglione in più. Siamo molto contenti, le case hanno risposto. Il pubblico lo vedremo, ma gli indicatori che abbiamo ci rivelano quasi un ritorno al pre pandemia". Lo ha detto il presidente di Eicma, Pietro Meda, a margine dell’inaugurazione della 79esima edizione di Eicma alla Fiera di Milano, a Rho.

"Già oggi il business si sta muovendo, la fiera è una grande occasione di business to business per tutte le aziende. Siamo alla fiera internazionale più grande al mondo del settore. E questo le fiere lo apprezzano e utilizzano questo momento per capire le tendenze del mercato e vedere gli investimenti dei prossimi anni. Dal nostro lato, abbiamo commissionato ad un’azienda specializzata per cercare di capire qual è il riscontro economico che la fiera da a tutto il territorio". "Il mondo dell’elettrico – ha aggiunto – cresce del 56% all’anno pur rapprendendo un numero piccolo. Noi siamo una vetrina ed è giusto dare spazio ad un ambiente che sta crescendo così tanto".

"Ci sono oltre 1.300 espositori di cui il 20% sono nuovi. Vuol dire che la fiera e il mondo delle due ruote stanno crescendo". A parlare, ha sottolineato Meda, "sono i numeri dell’esposizione e spero che lo dica anche il pubblico".

Quindi ha evidenziato: "Da appassionati di questo mondo siamo contenti di riproporci così e del fatto che tutte le imprese del mondo stiano vendendo da noi. Siamo la capitale delle due ruote". Meda ha espresso poi "grande soddisfazione per il sesto padiglione perché aiuterà il pubblico a venire e perché abbiamo più cose da far vedere". Rispetto a tutti gli altri mondi dell’automotive "che non stanno andando così bene – ha poi rimarcato – il nostro è un mondo che cresce. Quindi un premio all’industria che in questi due anni ha investito in maniera lungimirante: anche durante il Covid l’industria del due ruote ha venduto bene e sviluppato. Quindi per noi è una grande soddisfazione essere la vetrina di un mondo così bello".