MedCampus, startup community italiana che aiuta a superare i test di medicina

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 giu. (Labitalia) – "I test di ammissione alle facoltà di Medicina sono tra più temuti e selettivi in assoluto. Sono infatti più di 70mila i ragazzi che ogni anno provano ad accedervi, a fronte di soli 9mila posti disponibili nelle università statali e una possibilità su 7 di farcela. E' per aiutarli ad affrontare con successo questa sfida importante che ho creato MedCampus, una startup community che grazie a modalità didattiche innovative e grande attenzione al fattore umano, ha finora garantito ottimi risultati".

A dichiararlo all'Adnkronos/Labitalia è Leonardo Vaghaye, imprenditore arrivato in Italia dall'Iran e che ha rinunciato a una promettente carriera da medico per dedicarsi all'insegnamento, con all'attivo centinaia di studenti aiutati e una percentuale di successo, nel superamento dei test di sbarramento per l'accesso a Medicina, superiore all'80%.

"MedCampus – spiega il fondatore – nasce per aiutare gli studenti attraverso un approccio a 360 gradi iniziando da un'analisi sulla condizione di partenza dello studente con un colloquio conoscitivo approfondito. Questo ci permette di modellare attorno ai punti di forza e debolezza un percorso didattico su misura, in grado quindi di aiutarli a rendere il massimo in un appuntamento che può generare ansia in molti ragazzi".

L'aspetto emotivo dei ragazzi, insieme a quello didattico, è proprio uno dei concetti chiave curati da MedCampus. "Oltre a un continuo supporto – fa notare – forniamo sostegno anche a livello emotivo: la preparazione ai test può essere fonte di stress estremo e la nostra community è pensata per accompagnare i ragazzi, per accogliere i loro sfoghi in una fase personale molto delicata in cui l'impatto sulla vita e sulla carriera diventa enorme. Per fornire un supporto ulteriore abbiamo anche ideato i 'responsabili della felicità', ovvero collaboratori di MedCampus che si occupano a 360 gradi dello studente".

"Il nostro obiettivo – sottolinea il fondatore e ceo di MedCampus – è quello di far sentire i nostri studenti parte integrante di una community, di una famiglia, proprio ora che negli anni del Covid stanno venendo meno i punti di riferimento e orientamento per i ragazzi, immersi in un clima di grande incertezza sul futuro. Per questo, tra le tante attività che portiamo avanti, accompagnamo fisicamente i nostri studenti ai test con il pullman e la notte prima delle prove li ospitiamo in hotel".

Mentre le lezioni online sono disponibili per gli studenti di tutta Italia e si avvalgono di insegnati specializzati come Elia Bombardelli, il coach di matematica che su Youtube ha collezionato quasi 400mila iscritti con i suoi video, vengono svolte anche simulazioni frontali nelle sedi fisiche di Milano, Bari e Foggia e presso le Università e le Facoltà di Medicina delle principali città italiane.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli