I media del Regno Unito sostengono che nella creazione del vaccino russo c’entrerebbe lo spionaggio

·1 minuto per la lettura
Spionaggio dietro lo Sputnik V, lo afferma il Regno Unito
Spionaggio dietro lo Sputnik V, lo afferma il Regno Unito

Sputnik e spy story in salsa hacker, le accuse alla Russia del Regno Unito sono pesanti: “Rubato il progetto britannico di AstraZeneca”. Lo sostengono alcuni media del Regno Unito, spiegando che nella creazione del vaccino russo c’entrerebbero lo spionaggio, il furto e il “copia incolla” dai protocolli violati per la messa a punto del vaccino inglese di Oxford/AstraZeneca. Si tratta di un sospetto ventilato dalla stampa ma non sono ancora arrivate smentite del governo britannico.

Le accuse alla Russia su Sputnik: “Ci avete rubato il nostro vaccino”

Il Sun sostiene che la Russia avrebbe usato una spia per rubare il progetto del vaccino AstraZeneca. In questo modo il paese guidato da Valdimir Putin avrebbe creato Sputnik, vaccino il cui preparato assomiglia molto a quello di AstraZeneca. A rincarare la dose ci ha pensato il Daily Mail, che cita fonti di sicurezza che avrebbero le prove: una talpa russa ha rubato il progetto, se file o documento o addirittura contenitore trafugato in spot non si sa.

I servizi confermano: “Qualcuno ha rubato”, ma non ci sono accuse alla Russia su Sputnik

E i servizi? L’MI6 conferma l’esistenza di “solide prove” sulla missione di un “agente straniero” ma non gli dà nazionalità. Dal canto suo il ministro dell’Interno britannico Damian Honds ha detto: “È giusto presumere che ci siano certamente stati stranieri che vorrebbero costantemente mettere le mani su informazioni sensibili”,

La Russia, le accuse e lo Sputnik rubato, cosa ha detto il ministro dell’Interno

Poi la chiosa: “Comprese quelle commerciali, segreti scientifici e proprietà intellettuale”, salomonico ma vago. I servizi inglesi sostengono che da marzo 2020 gli hacker russi avrebbero lanciato diversi attacchi ai server di Oxford.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli