Media francesi: "Michel Platini in stato di fermo per corruzione"

Michel Platini (foto REUTERS/Ruben Sprich/File Photo)

Il tre volte Pallone d'oro ed ex presidente della Uefa Michel Platini è stato fermato questa mattina nell’ambito dell’inchiesta sulla corruzione per l’attribuzione dei Mondiali 2022 in Qatar.

Lo riporta il celebre sito d’inchiesta francese Mediapart, secondo la quale "Le Roi" si trova in custodia presso gli uffici della polizia giudiziaria di Nanterre, poco distante da Parigi. per essere interrogato.

Nell’indagine messa in atto dalla della Procura federale per reati finanziari (Pnf) su “presunti atti di corruzione attiva e passiva di dipendenti non pubblici" sono coinvolti anche anche Sophie Dion, consigliera allo Sport di Nicolas Sarkozy all'epoca in cui questi era presidente della Repubblica, e Claude Gueant, ex ministro dell'Interno ed ex segretario generale dell'Eliseo sempre durante la presidenza Sarkozy

Platini, che all’indomani dell’assegnazione dei Mondiali 2022 aveva già indicato di aver dato al Qatar il proprio voto per l'organizzazione della Coppa del Mondo, era stato ascoltato come testimone nell'ambito di questa inchiesta nel dicembre 2017. In particolare gli era stato chiesto di un pranzo organizzato all'Eliseo il 23 novembre 2010, cui aveva partecipato insieme al presidente dell'epoca Sarkozy, al principe ereditario del Qatar (Tamin Ben Hamad al Thani) e a Claude Gueant.

Nel dicembre 2010 la stampa britannica aveva pubblicato le prove secondo le quali diversi membri della Fifa sarebbero stati corrotti per votare Qatar. Tre anni più tardi anche l'inchiesta di "France Football" denominata "Qatargate" aveva evidenziato il ruolo della Francia nell'assegnazione dell'evento.