Media, a presidente Ucraina la 'promessa' di Trump che allarma 007

webinfo@adnkronos.com

Sarebbe il presidente ucraino Volodymyr Zelensky il leader straniero al quale il presidente americano Donald Trump avrebbe fatto la ''promessa'' che ha allarmato un funzionario dell'intelligence Usa, tanto da spingerlo a presentare denuncia formale. Lo riporta il Washington Post, citando fonti ben informate. Il sospetto è che Trump abbia cercato di manipolare il governo ucraino per favorire la sua rielezione. 

L'ispettore generale della Intelligence Community Michael Atkinson, al quale è stata presentata la denuncia lo scorso 12 agosto, è stato ascoltato per tre ore dalla commissione Intelligence della Camera a porte chiuse. Atkinson ha rifiutato di svelare l'oggetto della denuncia presentata dal funzionario dell'intelligence dicendo che non era autorizzato a farlo.  

Al termine dell'incontro il presidente della commissione Intelligence della Camera, Adam Schiff, ha avvertito di possibili azioni legali nel caso in cui i funzionari dell'intelligence non condividessero la denuncia del 'whistleblower', termine per indicare i funzionari Usa che violano la riservatezza a cui sono tenuti.