Mediaset, Berlusconi condannato a 4 anni per frode fiscale

Milano, 26 ott. (LaPresse) - Silvio Berlusconi è stato condannato a 4 anni per frode fiscale nell'ambito del processo Mediaset su presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv e cinematografici. Per lui i pm avevano chiesto una pena di 3 anni e 8 mesi. Il presunto socio occulto di Berlusconi, il produttore Frank Agrama, è stato condannato a 3 anni di reclusione per frode fiscale. La richiesta per lui era di 3 anni e 8 mesi. Assolto, invece, Fedele Confalonieri, per non avere commesso il fatto. Per lui i pm avevano chiesto 3 anni e 4 mesi. "Fedele Confalonieri - ha detto Vittorio Virga, il legale del manager di fiducia del Cavaliere - è dispiaciuto per Silvio Berlusconi e per sè è moderatamente contento". "Dopo 11 anni di processo - ha aggiunto - si scopre che Confalonieri non ha commesso il fatto. Che dobbiamo fare, dobbiamo chiedere un risarcimento?".

Silvio Berlusconi dovrà versare, in solido con tutti gli imputati condannati, la somma di 10 milioni di euro come provvisionale all'Agenzia delle Entrate, che si era costituita parte civile nel processo Mediaset. Si tratta di una provvisionale e il risarcimento complessivo dovrà essere liquidato in sede civile.

Ricerca

Le notizie del giorno