Mediateca Infn, la storia della Fisica si racconta in video

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 nov. (askanews) - Valorizzare e condividere il patrimonio audiovisivo della storia della fisica italiana: sono questi i due principali obiettivi de "La mediateca INFN. Storia della fisica in video", il nuovo progetto culturale dell'INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare presentato oggi nel corso di un evento seguito da oltre 11.000 studentesse e studenti di Istituti superiori di tutta Italia.

A fare da cornice al lancio del progetto è stato, infatti, l'incontro dedicato alle scuole dal titolo "La fisica in Super8", con il presidente dell'INFN Antonio Zoccoli e il premio Nobel per la fisica e vicepresidente dell'Accademia Nazionale dei Lincei Giorgio Parisi, moderati dalla giornalista scientifica Silvia Bencivelli, e ospitato dal Liceo Virgilio di Roma, luogo legato alla nascita della fisica delle particelle per la scoperta del muone da parte dei fisici Marcello Conversi, Ettore Pancini e Oreste Piccioni, rifugiatisi nelle aule del liceo nel 1943 sotto i bombardamenti per proseguire le ricerche.

All'evento hanno così preso parte, insieme agli studenti e alle studentesse del Liceo romano, oltre 670 classi di licei scientifici, classici, linguistici, artistici e di istituti tecnici di tutte le regioni d'Italia, che si sono collegate da remoto per seguire lo streaming e inviare domande. Un'occasione per far conoscere a migliaia di ragazze e ragazzi un nuovo strumento a loro disposizione per scoprire di più sulla storia della fisica italiana, attraverso il racconto e le voci dei suoi protagonisti, dalla nascita dei primi acceleratori di particelle alla scoperta del bosone di Higgs, dal premio Nobel per la fisica a Carlo Rubbia nel 1984 fino al premio Nobel a Giorgio Parisi nel 2021.

"Conoscere la nostra storia è fondamentale per comprendere il presente in cui viviamo e per progettare il nostro futuro, quello della nostra ricerca e quello della nostra società, - commenta Antonio Zoccoli, presidente dell'INFN - è anche per questo motivo che abbiamo deciso di sviluppare il progetto della Mediateca INFN, e abbiamo scelto di presentarlo in anteprima proprio agli studenti e alle studentesse come nostro pubblico di riferimento, con l'augurio che la Mediateca diventi per loro uno strumento utile per lo studio, un'opportunità per avvicinarsi al mondo della ricerca scientifica, un'occasione per scoprire personaggi, vicende e aneddoti curiosi e affascinantiche hanno contribuito alla formazione della nostra cultura".

"Questi video costituiscono un ricco insieme di testimonianze su un passato che è stato fondamentale non solo per la fisica italiana, ma anche per tutta la fisica internazionale", spiega Giorgio Parisi. "Sono quindi molto felice di aver contribuito a questo progetto dell'INFN nel corso del mio mandato come presidente dei Lincei, che si è concluso nel 2021, attraverso il recupero e la conversione dei vecchi nastri dell'archivio dell'Accademia. I filmati dell'archivio, raccolti negli anni '70 su iniziativa di Bruno Touschek e di suo figlio, infatti rischiavano di andare perduti a causa di un formatoobsoleto e delle condizioni poco adatte in cui purtroppo erano conservati."

La Mediateca INFN è un archivio digitale aperto a tutti e di facile consultazione, per fare ricerche, documentarsi, approfondire, ripercorrere fatti, vicende e aneddoti della fisica attraverso il racconto dei suoi protagonisti. Ad oggi conta quasi 200 filmati per oltre 70 ore tra interviste, documentari, servizi giornalistici, conferenze, seminari: un patrimonio unico e straordinario, che è stato in gran parte digitalizzato, preservandolo dal deterioramento dei supporti analogici, e che provenire dagli archivi dell'INFN, e anche da archivi di altre importanti Istituzioni della ricerca scientifica in fisica fondamentale, come il CERN di Ginevra o il Fermilab di Chicago. In particolare, il progetto è stato realizzato dall'INFN con la collaborazione dell'Accademia Nazionale dei Lincei, che ha messo a disposizione della Mediateca le videolezioni a cura di grandi scienziati che hanno fatto la storia della fisica italiana, come Edoardo Amaldi, Gilberto Bernardini, Marcello Conversi, Giorgio Salvini, Bruno Touschek e altri ancora. Inoltre, la Mediateca è arricchita da video storici che provengono dagli archivi di Rai Teche.

La Mediateca INFN è nata per preservare, rendere facilmente fruibile e mettere a disposizione di tutti il patrimonio audiovisivo storico italiano sulle ricerche nel campo della fisica fondamentale. Il progetto, che rientra tra le iniziative per le celebrazioni del 70° anniversario dell'INFN, sarà sempre in evoluzione, continuando nel tempo ad arricchirsi e accrescersi.