“I Medici”, arriva la 3a stagione. Sharman: vediamo sua umanità

“I Medici”, arriva la 3a stagione. Sharman: vediamo sua umanità

Roma 29 nov. (askanews) – E’ arrivato a Roma per presentare la terza e ultima stagione de “I Medici” Daniel Sharman, l’interprete principale della serie che racconta la figura di Lorenzo il Magnifico e la storia della grande famiglia fiorentina. La stagione precedente si è chiusa con la congiura dei Pazzi, in cui il fratello, Giuliano, viene assassinato. Dal 2 dicembre in quattro prime serate su Rai1 assisteremo, dopo l’ascesa, anche alla caduta del grande protagonista del Rinascimento. E nel cast fanno ingresso anche due interpreti italiani: Francesco Montanari nel ruolo di Savonarola e Neri Marcorè in quella di Papa Innocenzo VIII. Sharman ha spiegato: “Ha raggiunto un momento in cui si è affermato, come uomo capace di comandare, in cui ha capito le macchinazioni che c’erano a Firenze in quell’epoca, la politica. E’ un momento interessante, ha mantenuto il potere. Ora vediamo la sua visione attraverso i suoi figli, la sua famiglia. In qualche modo vediamo la sua umanità attraverso gli occhi della sua famiglia”.

In questa terza stagione della serie diretta da Christian Duguay Lorenzo è tormentato dal desiderio di vendetta dopo l’uccisione del fratello, mentre la guerra con Papa Sisto IV incombe. Nel frattempo continua a finanziare il mondo dell’arte, incontrando nuovi artisti come Leonardo e un giovane Michelangelo, ma nell’affermare il suo potere sempre più assoluto, si scontra con il frate domenicano Savonarola. “Questi uomini si innamorano l’un l’altro, creano una fratellanza profonda, perché entrambi credono fortemente nelle potenzialità dell’essere umano. La differenza è che Lorenzo il Magnifico mette l’uomo al centro del mondo, Savonarola mette Dio al centro del mondo”.

In rappresentanza delle donne della famiglia, Aurora Ruffino, che interpreta Bianca de’ Medici, ha detto: “Sono donne che sono amate moltissimo, sono donne rispettate, colte, intelligenti, che conoscono molto bene il funzionamento del potere politico ed economico. Sono donne che aiutano e sostengono i propri mariti, i propri fratelli, i propri padri. Sono donne che lavorano un po’ dietro le quinte”.