Medicina di Precisione Oncologica, punti per sviluppi strategici

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 ott. (askanews) - Il futuro scientifico e assistenziale della medicina di precisione e dell'oncologia mutazionale è in continua evoluzione. Dalle tecnologie NGS (Next Generation Sequencing), che ampliano significativamente la conoscenza genomica, ai modelli di network medicine biologici e interprofessionali MTB (Molecolar Tumor Boards), l'evoluzione scientifica sta comportando sempre più scoperte e nuovi paradigmi di cura che implicano un ripensamento profondo di tutti i modelli fino ad ora utilizzati, da quelli di governance a quelli di gestione di diagnosi e trattamento. Di questi temi si è trattato nell'evento realizzato da Edra e da Centro Studi Americani con il supporto per la divulgazione da parte di Roche, dal titolo "Medicina di Precisione in Oncologia - Scenari e Modelli Applicativi".

La Missione 6 del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza - spiegano i promotiri dell'evento - mira a perseguire una rinnovata strategia sanitaria, sostenuta dalla definizione di un adeguato assetto istituzionale e organizzativo, che consenta tra le altre anche il potenziamento delle Reti oncologiche locali per consentire il dialogo tra le Regioni per il mezzo di infrastrutture adeguate. A tal proposito, l'onorevole Beatrice Lorenzin, Coordinatore Health & Science Bridge, Centro Studi Americani, e moderatrice dell'evento, ha voluto sottolineare che "stiamo assistendo ad una trasformazione del mondo oncologico, una trasformazione molto veloce grazie alla ricerca e alla scienza, ma che ha necessità di essere calata nei territori attraverso delle linee guida nazionali e regionali, anche coinvolgendo il paziente che spesso si trova da solo e che, al contrario, dev'essere sostenuto e aiutato grazie al supporto di una rete sempre più inclusiva dei suoi bisogni e necessità. Tutto questo non dev'essere vissuto come un costo a carico del Sistema Sanitario, ma come un vero e proprio investimento".

Dello stesso avviso anche Nello Martini, presidente della Fondazione ReS, che ha ribadito la necessità di assicurare accesso e finanziamento dei test NGS nell'ambito dei LEA, e ha riassunto i punti chiave emersi in sede d'evento: "Sulla Medicina di Precisione in Oncologia e, in particolare, sulla Oncologia Mutazionale esiste un ampio consenso tra le Società Scientifiche e gli operatori sanitari; sono stati infatti pubblicati i documenti di consenso coordinati da Fondazione ReS con AIOM, ACC, Periplo, SIAPEC, CIPOMO, Cittadinanzattiva, FAVO e Fmp. Il consenso riguarda le indicazioni cliniche della Profilazione genomica estesa (NGS), l'istituzione, la composizione e i compiti dei MTB e l'impatto economico dei test NGS dell'impiego dei nuovi farmaci oncologici agnostici e da NGS".

Con l'obiettivo di sviluppare un progetto organico e di valore strategico in Italia, anche in relazione e in continuità con il PNRR, dal convegno è emersa la richiesta di alcune iziative e decisioni istituzionali-politiche come "l'istituzione, attraverso un atto della Conferenza Stato-Regioni dei MTB nelle varie Regioni secondo criteri omogenei di composizione, di funzioni che assicurino accesso ed equità di trattamento Finanziamento dei test di Profilazione Genomica (NGS) con l'inserimento nei LEA e attraverso un rifinanziamento del Fondo di 5 milioni di euro approvato nell'ambito della scorsa Legge di Bilancio; l'individuazione attraverso un atto della Conferenza Stato-Regioni dei Centri Regionali per l'esecuzione dei test di Profilazione Genomica; la definizione da parte di AIFA di una procedura di accesso per i farmaci oncologici derivanti da NGS ma non ancora autorizzati".

L'evento, che ha riunito numerosi esperti nazionali come Paolo Marchetti, Carmine Pinto, Giancarlo Pruneri, Saverio Cinieri, Anna Sapino, Ruggero De Maria, Davide Petruzzelli, Valeria Fava, ha visto la partecipazione anche delle istituzioni come Angela Adduce della Ragioneria Generale dello Stato e la Sen. Maria Domenica Castellone, che hanno concordato sulla necessità di perseguire l'innovazione rifinanziando e incrementando i fondi, concludendo con una promessa di impegno per la medicina di precisione e l'oncologia mutazionale attraverso nuovi modelli di rete che assicurino la rimborsabilità e la sostenibilità economica dei farmaci e dei test.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli