Medicina Legale, nuova piattaforma tecnologica porta su scena crimine -2-

Cro-Mpd

Roma, 15 nov. (askanews) - ll corso sarà presentato da Marco Camisani Calzolari, esperto digitale, che evidenzierà le potenzialità della tecnologia a supporto dell'aggiornamento professionale dei medici. Le lezioni sono rivolte ai medici legali, a biologi e a tutte le professionalità che si occupano di perizie. La formazione offre la possibilità di immergersi nella scena del crimine grazie al Crime Training, una piattaforma tecnologica in grado di ricostruire la scena di un crimine e di simulare percorsi virtuali guidati. Il medico potrà entrare sulla scena del crimine, rimanendo seduto in aula e grazie alla realtà virtuale immersiva, simulare il primo ingresso, visionare la scena, effettuare i rilievi e interagire con lo scenario e gli oggetti presenti.

Il corso, che consente di rispondere all'obbligo formativo ECM (13,2 crediti), permette di acquisire le fondamenta delle procedure penalistiche, offrendo una panoramica che va dalla definizione dei casi reali fino all'esecuzione dei provvedimenti giudiziari. Il corso si suddivide in due sezioni: la prima si svolge attraverso la metodologia della formazione a distanza (FAD) mentre la seconda prevede lezioni frontali. La parte teorica si suddivide in tre parti: lineamenti di procedura penale, lineamenti di genetica forense e lineamenti di scienze forensi. La prima parte permetterà di comprendere come avviene la definizione dei reati, quali sono i soggetti che scendono in campo nei procedimenti penali, come vengono eseguite le indagini preliminari, come viene svolta l'analisi dell'iter processuale e infine come si effettua l'esecuzione dei provvedimenti. La seconda parte fornirà gli strumenti per la comprensione del processo che va dalla repertazione della traccia all'individuazione del profilo genetico, sottolineando le criticità sottostanti all'analisi del DNA e all'interpretazioni dei risultati, offrendo inoltre una disamina sulle analisi statistiche e sull'utilizzo dei software di calcolo; infine offrirà dei cenni sull'analisi e sui risultati ottenuti sul cromosoma Y, sul DNA mitocondriale e sugli accertamenti di paternità. La terza parte offrirà invece un'introduzione alla criminalistica, spiegando come dovrà essere effettuato il sopralluogo biologico con i relativi strumenti necessari per l'identificazione biochimica delle tracce biologiche; inoltre verranno espletate le modalità di raccolta e campionamento delle tracce, con le successive tecniche di conservazione delle stesse. Alla conclusione delle lezioni teoriche frontali, ai partecipanti sarà data la possibilità di immergersi all'interno di una vera scena del crimine grazie alla piattaforma tecnologica Crime Training.