Mediterranea: pronti ad intervenire a tutela del mare di Lampedusa

Red/Gtu

Roma, 18 nov. (askanews) - Mediterranea Saving Humans, l'ong che soccorre i migranti, "è pronta a intervenire a tutela del mare di Lampedusa e della salute dei suoi abitanti di fronte al grave episodio d'inquinamento marittimo", provocato dallo sversamento di gasolio in seguito al ribaltamento di un barcone ancorato al molo Favaloro.

"La nostra nave Mare Jonio, infatti - spiegano da Mediterranea , la rete delle associazioni italiane che con nave Mare Jonio e Nave Alex per un anno hanno monitorato il Mediterraneo centrale, salvando vite - otre ad essere registrata come 'rimorchiatore' ed essere stata impiegata per le attività di monitoraggio e soccorso a difesa dei diritti umani, è anche classificata come 'recoil' e attrezzata per operazioni di disinquinamento."

"Saremmo quindi pronti a partire per intervenire sull'isola a cui ci sentiamo molto legati. Basterebbe che i ministri competenti firmassero subito il nostro dissequestro e - conclude Mediterranea - in ventiquattr'ore potremmo liberare il porto di Lampedusa dalla chiazza di gasolio."

Mediterranea rende noto anche di aver già manifestato al sindaco Totò Martello la sua disponibilità.