Meeting Cl 2020: privi di meraviglia restiamo sordi al... -2-

Pat

Rimini, 24 ago. (askanews) - "La frase di Heschel ci induce a dire che oggi il problema è quello di ritrovare uno sguardo stupito e meravigliato di fronte alla realtà - ha spiegato la presidente del Meeting, Emilia Guarnieri -. Il sublime non è un termine filosofico, ma la grandezza, la verità, la bellezza che c'è dentro la realtà e che è da cogliere".

La citazione più ampia da cui è tratto il titolo del prossimo appuntamento riminese è: "L'assoluto stupore è per l'intelligenza della realtà di Dio ciò che la chiarezza e la distinzione sono per la comprensione delle idee matematiche. Privi di meraviglia, restiamo sordi al sublime".

La presentazione del tema del prossimo Meeting è stata anche l'occasione per un primo bilancio della kermesse ciellina che si concluderà in serata. "E' stato un Meeting dai numeri in crescita - hanno spiegato gli organizzatori -. I 179 incontri con 625 relatori, i 25 spettacoli, le 20 mostre, le 35 manifestazioni sportive ospitati in un'area di 130 mila metri quadrati hanno attirato un numero di presenze superiore alla già buona performance del 2018, com'è stato percepibile da chiunque in questi giorni abbia attraversato i corridoi della fiera, per tacere dell'indotto sull'economia locale calcolato dall'Osservatorio sul turismo regionale in 23 milioni di euro".