Meeting Cl, fare esperienza della meraviglia del cervello... -2-

Pat

Rimini, 22 ago. (askanews) - "Facendo questo percorso - come spiega Nicola Sabatini, direttore del Camplus College di Milano - dobbiamo togliere dal campo l'idea che esistano due cose separate, la coscienza da una parte e il cervello dall'altra". Che è un po' il tema che sta alla base del Meeting di Cl dal titolo "Nacque il tuo nome da ciò che fissavi", ovvero - come spiegano gli organizzatori - "tu non conosci solo quando leggi o studi qualcosa, ma anche e soprattutto quando guardi una persona, quando ti stupisci o ti emozioni". Che è poi la domanda di John Searle "Come può il cervello permetterci di passare dall'elettrochimica alla sensazione?".

La mostra non vuole dare delle risposte, ma creare il clima per dare il via al dibattito su questi temi. Sono poi i neurologi, scienziati e filosofi ad animare il dibattito nel corso del Meeting.

"Ogni anno studiosi, scienziati e ricercatori portano avanti analisi e studi sul cervello cercando di rispondere ai numerosi misteri che ancora oggi circondano questo organo meraviglioso - ha spiegato Maurizio Carvelli, ceo e founder di Camplus - Camplus oggi raccoglie la sfida di affrontare tale argomento incontrando 'il popolo del Meeting', invitando neuroscienziati ed esperti per farci aiutare nell'esplorazione di questi territori. In sintesi, il nostro è stato lo sforzo per creare una narrazione in grado di trasmettere passione e spirito scientifico ai nostri visitatori, coinvolgendoli in un percorso da cui non si può non uscire con domande ancora più profonde sulla natura del nostro cervello".