Meghan assente a summit reale: "Partecipazione non necessaria"

webinfo@adnkronos.com

Meghan Markle ha preferito non partecipare al summit della famiglia reale che si è tenuto ieri al castello di Sandringham per decidere del futuro ruolo che avrà assieme al principe Harry. In precedenza era stato riferito che l'ex attrice americana sarebbe stata probabilmente coinvolta nelle discussioni via conference call dal Canada, dove ha raggiunto il figlioletto Archie. Ma poi il collegamento non c'è stato, hanno riferito fonti di palazzo ai media britannici. 

"Alla fine i Sussex hanno deciso che la partecipazione della duchessa non era necessaria", hanno fatto sapere le fonti, chiarendo che non vi è stata nessuna volontà di escludere Meghan dalla riunione convocata dalla Regina Elisabetta, con Harry, il padre Carlo e il fratello William. A quanto pare erano state inoltre sollevate preoccupazioni sulla possibilità che il collegamento potesse essere intercettato, scrive il Guardian.  

Così è stato soltanto Harry a spiegare le ragioni del clamoroso passo della coppia, che intende rinunciare allo status di membri senior della famiglia reale, mantenersi da sola e vivere parte dell'anno in Nord America. A guidare le discussioni durante l'incontro, durato circa 90 minuti, è stato il principe Carlo. A parte il comunicato diffuso dalla Regina al termine dei colloqui, Buckingham Palace non ha rivelato esattamente cosa sia stato discusso nella riunione, la prima della famiglia reale dall'annuncio unilaterale di Harry e Meghan.