"Meglio il voto", il grillino 'schifato' boccia "l'inciucio"

webinfo@adnkronos.com

"'Non devi disturbare la delicata trattativa in corso'. Ah sì? Io non cerco visibilità né interviste sui giornali... voglio essere libero di continuare a dire che questo inciucio con il Pd mi fa schifo e non lo voglio. Proprio perché combatto il Pd di Zingaretti da 6 anni, ed è sempre quello dei regali alle banche, di mafia capitale e di Bibbiano. Alternativa al Pd è ritornare con la coda fra le gambe da un Salvini 'addomesticato', per avere Di Maio presidente del Consiglio e magari la Fattori come ministro della Salute? No grazie. Meglio il voto". A scriverlo, su Facebook, è Davide Barillari, consigliere M5S in Regione Lazio. 

"Che decidano gli italiani, che non sono stupidi, non si decida con trattative segrete nelle stanze dei partiti o durante le cene con Zingaretti. Lo ripeterò sempre: il M5S è nato come alternativa ai partiti corrotti, non come loro stampella, con la scusa di dover 'governare' a tutti i costi. Il fine - conclude il pentastellato - non giustifica i mezzi. Insieme a me tanti attivisti e tanti portavoce sono pronti a lasciare se questa deriva di identità, valori e principi non si fermerà".