Melanoma, voglia di estate e sole ma attenzione a proteggersi

Cro-Mpd

Roma, 8 giu. (askanews) - Dopo tanto tempo chiusi in casa c' finalmente voglia di sole sulla pelle. Che sia una passeggiata in spiaggia, una corsa nel parco o una gita in montagna non importa: la parola d'ordine per tutti stare all'aria aperta. Ma se c' una lezione che abbiamo imparato in questi mesi che 'non bisogna mai abbassare la guardia' adottando sempre tutte le precauzioni necessarie per tutelare la nostra salute e anche quella di chi abbiamo a cuore. Non solo mascherina e distanza di sicurezza, quindi, ma anche comportamenti corretti per difenderci dai raggi UVA e UVB come, ad esempio, crema solare e occhiali da sole. Perch si pu fare molto per prevenire il melanoma e per riconoscerlo in tempo. Basta fare attenzione ai nei 'particolari'. E' per questo che MSD Italia ha deciso di dare il via alla campagna social #NEIPARTICOLARI (www.neiparticolari.it) con il patrocinio dell'Intergruppo Melanoma Italiano - IMI e dell'Associazione Italiana Malati di Melanoma e tumori della pelle - A.I.Ma.Me.

"Mai come in questi tempi c' voglia di aria e di sole, di stare all'aperto. Ma il melanoma un nemico insidioso. Conoscerlo #NeiParticolari pu fare la differenza, soprattutto per prevenirlo, ma anche poi per arrivare a una diagnosi precoce e gestire al meglio la malattia. Sappiamo che l'educazione alla salute passa anche attraverso i canali digitali e, per questo, abbiamo deciso di affidare ai social una campagna di informazione sul melanoma, che unisce un linguaggio semplice e diretto a una rigorosa validazione scientifica. Oggi pi che mai siamo consapevoli di quanto sia importante adottare comportamenti corretti e strumenti protettivi adeguati, proprio perch la prevenzione il miglior investimento che possiamo fare per la nostra salute e di quella delle Persone che amiamo" dice Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia.

"E' davvero importante che tutti prendano consapevolezza sul melanoma - spiega Ignazio Stanganelli, Presidente IMI e Direttore Skin Cancer Unit IRST Istituto Tumori Romagna e Professore associato Universit di Parma - ma la prevenzione non pu prescindere dalla corretta informazione ed per questo che campagne come #NeiParticolari sono fondamentali. L'informazione infatti serve anche a chi ha gi una diagnosi di melanoma per poter accedere al trattamento pi efficace in base allo stadio della malattia. Oggi addirittura possibile parlare di "guarigione", grazie all'opportunit di intervenire negli stadi precoci, dopo la chirurgia, con un trattamento adiuvante che mira a ridurre il rischio di recidiva e a migliorare la sopravvivenza globale. Anche negli stadi pi avanzati di malattia, in presenza di metastasi, la ricerca offre oggi opportunit di cura estremamente efficaci. Come Intergruppo Melanoma Italiano crediamo profondamente nel valore dell'informazione, cos come in quello della collaborazione visto che siamo un network multidisciplinare di specialisti impegnati nella ricerca e nella cura di questo tumore ed per questo che abbiamo dato il nostro sostegno ad una campagna come #NeiParticolari, voluta da MSD Italia, che come noi investe in ricerca e innovazione".

Nel 2019 i casi di melanoma attesi nel nostro Paese sono stati 12.300, il terzo tumore pi frequente al di sotto dei 50 anni e nel 20% dei casi i pazienti hanno un'et compresa tra i 15 e i 39 anni.

"La pelle il 'vestito' pi importante che abbiamo - dice Giovanna Niero, Presidente A.I.Ma.Me - e dobbiamo prendercene cura a qualsiasi et. Perch ci sono delle pratiche di prevenzione (ad iniziare dal proteggersi adeguatamente quando ci si espone al sole, in tutte le stagioni) e di osservazione (i nei che cambiano aspetto sono campanelli d'allarme) che devono entrare a far parte della vita quotidiana. Eppure, spesso, un neo che cambia forma o colore nonostante sia quotidianamente sotto i nostri occhi o sotto quelli di chi ci sta vicino lo ignoriamo. E, quando arriva la diagnosi di melanoma arrivano anche i sensi di colpa, i 'se mi fossi allarmato prima'. A differenza di altri tumori, il melanoma l, visibile. Ma fa paura e allora, spesso, si preferisce far finta di niente". (segue)