Meloni:astensione solo se centrodestra unito,altrimenti no a Draghi

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 feb. (askanews) - "Credo nella compattezza del centrodestra, so che altri hanno altre posizioni. Ho proposto una astensione se lo fa tutto il centrodestra: faccio mezzo passo se il resto del centrodestra fa mezzo passo verso di me". Lo ha detto la presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, ospite di La7, precisando però che un governo di minoranza che si regge sulle astensioni "credo sarebbe governo debole, e non credo che il presidente incaricato vorrebbe questo".

Meloni ha poi osservato che "col M5s che dice di no, se ci fossero dei pezzi di centrodestra che sostenessero il governo Draghi, sarebbero dei pezzi di centrodestra a impedire il ritorno al voto e sarebbe un po' distonico...". E in ogni caso "possiamo prendere il presidente del Consiglio più autorevole ma troverà comunque un Parlamento troppo eterogeneo per poter dare risposte coese e forti. Con Pd e Fi insieme, che politica si farà sulle imprese? Con Pd e Lega insieme, che politica migratoria? Non c'è alcuna possibilità che FdI partecipi".