Meloni: centrodestra è finito, ora orizzonti nuovi

Adm

Roma, 1 set. (askanews) - La nascita del governo Lega-M5s ha sancito la "fine del centrodestra" e ora bisogna guardare ad "orizzonti nuovi". Lo dice la leader di Fdi Giorgia Meloni in un colloquio con il Foglio. "La nascita del governo ha segnato la fine del centrodestra, adesso occorre esplorare orizzonti nuovi. Abbiamo il dovere di essere inclusivi verso culture politiche diverse. Guardo con interesse, per esempio, alla straordinaria esperienza di Giovanni Toti inLiguria e a quella di Nello Musumeci in Sicilia".

"Salvini - insiste - ha scelo di allearsi con un partito sinistramente neomarxista, così la Lega rischia di deludere le aspettative del mondo produttivo che ci ha votato". Per la Meloni "sui dossier economici il M5s pretende l'ultima parola, infatti ci hanno rifilato un decreto dignità che sembra scritto dalla Cgil e farà aumentare la disoccupazione".

In generale, "sento parlare soltanto di migranti, l'Italia invece ha bisogno di una rivoluzione economica. La proposta leghista sulla tassa piatta fa impallidire, riguarderà, nella migliore delle ipotesi, un milione di persone". Salvini, però, viene difeso per la vicenda della Diciotti, l'inchiesta è "l'atto sovversivo di un magistrato che non definirei neppure politicizzato, mi sembra piuttosto un leghista sfegatato. Non poteva fargli regalo più gradito".