Meloni contro Kurz: “Ogni giorno che parli di Italia sprofondi nel ridicolo”

Meloni contro Kurz

Il leader del Partito Popolare Austriaco lancia un monito all’Italia dopo la nomina di Paolo Gentiloni agli Affari Economici. “Non siamo disposti a pagare i debiti dell’Italia“, tuona sul suo profilo Twitter. Immediata la replica di Giorgia Meloni che si scaglia contro Kurz.

Giorgia Meloni contro Sebastian Kurz

Il capo del partito austriaco più forte non ha gradito la nomina del Presidente del Partito Democratico come Commissario europeo agli Affari Economici. Un portafoglio decisivo per un paese con un debito come il nostro, che potrebbe portare ad una revisione del patto di stabilità e ad un ammorbidimento delle regole di Maastricht.

Cose che fanno storcere il naso a paesi rigoristi come la Finlandia, l’Olanda, e la stessa Austria. Sebastian Kurz è infatti così intervenuto: “Respingiamo rigorosamente un ammorbidimento delle regole di Maastricht come richiesto da Italia. L’Italia non può diventare una seconda Grecia. Ad ogni modo, non siamo pronti a pagare i suoi debiti!“.

Parole che hanno fatto infuriare Giorgia Meloni, subito andata all’attacco del cancelliere austriaco. La leader di Fratelli d’Italia ha ricordato a Kurz che l’Italia ha un PIL superiore di cinque volte a quello austriaco e che ogni anno versa all’Unione più di 12 miliardi contro i 2,4 dell’Austria. E ancora che la nostra nazione dà all’Europa molto più denaro di quello che riceve senza per questo “chiedere l’aiuto di chicchessia“.

E infine l’invito al politico d’Oltralpe a smetterla di occuparsi di cose più grandi di lui, perché “ogni giorno che parla di Italia sprofonda nel ridicolo“.