Meloni: "Da Kompatscher una provocazione"

webinfo@adnkronos.com

"Avevamo chiesto che questo incontro non si svolgesse a Merano dove la Giunta intera ha disertato il 4 novembre le celebrazioni per la festa delle Forze Armate e dell'Unità nazionale. Sono queste le cose che animano le divisioni tra italiani. L'attacco del presidente provinciale altoatesino a chi chiede diritti per gli italiani tutti è un'altra provocazione che si somma ai tentativi di marginalizzare in quell'area coloro che hanno come prima lingua l'italiano". Lo dice all'Adnkronos Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, commentando all'Adnkronos l'intervista al 'Corriere della Sera' di Arno Kompatscher, esponente di spicco della Südtiroler Volkspartei e presidente della Provincia autonoma di Bolzano e dell’intero Trentino-Alto Adige, nel giorno dell'incontro a Merano tra il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e quello austriaco, Alexander Van der Bellen, in occasione del centenario del Trattato di Saint-Germain e del 50/mo anniversario del 'pacchetto per l’Alto Adige'. 

"Sono davvero stupita - prosegue Meloni - dal silenzio degli altri partiti, soprattutto di quelli che condividono con noi il 'prima gli italiani'. Prima gli italiani vale a Lampedusa, a Roma e anche in Alto Adige".