Meloni: Draghi? Meglio un Governo legittimato dal popolo

Pol/Bar

Roma, 1 apr. (askanews) - Non serve un governo di "unità nazionale" , almeno non ora: lo ha spiegato Giorgia Meloni, fondatrice e presidente di Fratelli d'Italia, a Formiche.net, precisando che "serve agire, subito, a difesa del tessuto economico. Contro la povertà che rischia di attanagliare le famiglie italiane, le azioni ostili di attori esterni contro i settori strategici, gli egoismi europei che continuano a frenare la trattativa sui coronabond. E gli aiuti non disinteressati di potenze come la Cina, su cui bisogna 'vigilare con attenzione'".

Su un possibile governo a guida Draghi Meloni non da dubbi: "Mario Draghi ha sicuramente ben lavorato alla guida della Bce e ha pronunciato parole condivisibili al Financial Times. Non so se abbia in mente di rendersi disponibile per un governo di unità nazionale, senza un'investitura che passi dalle elezioni. Francamente lo sconsiglierei, quando devi governare nessuna autorevolezza personale è più forte della legittimazione del popolo. Ricordo un altro Mario che tutti consideravano credibilissimo e molto apprezzato negli ambienti finanziari. Doveva salvare la Patria: sappiamo com'è andata a finire".

Tra le priorità per Fratelli D'Italia, quelle di salvaguardare le aziende italiane "se qualcuno avesse seguito il nostro consiglio di vietare immediatamente le vendite allo scoperto avremmo avuto molti meno danni. Lo hanno fatto ma troppo tardi. E comunque da quando è stato fatto va un po' meglio. Non lo dico per darmi ragione da sola ma perché se ogni tanto ascoltassero anche questi 'pericolosi sovranisti' staremmo tutti meglio. Siamo stati anche i primi a porre la questione di una estensione del golden power per difendere le nostre aziende strategiche da rischi predatori che vediamo aleggiare, anche da parte degli altri stati membri della Ue", ha puntualizzato Meloni.