Meloni: "Fieramente di destra anche se distante dal regime fascista"

·1 minuto per la lettura

"Stavo in An quando Fini ha fatto Fiuggi e il 'male assoluto' e compagnia cantante, Fdi è stata fatta per andare oltre An, non per tornare al Msi". Lo dice Giorgia Meloni, ospite di Fuori dal coro, su Rete 4. "Il fascismo - spiega - per la sinistra è la coperta di Linus, l'onda nera compare ogni volta che si presentano le liste elettorali". "Io - sottolinea - sono fieramente di destra, anche se sono distante dal regime fascista, sono di una destra liberale, cristiana, identitaria e patriottica".

"Fitto, Gardini, Malan, vengono da centrodestra liberale, hanno trovato in Fdi la loro casa, noi siamo un partito patriottico, esistiamo per difendere il prodotto italiano, la nostra identità - rimarca ancora - Mentre noi parliamo di cosa è successo nel '44, qua si stanno svendendo l'Italia ai tedeschi".

Provenzano "ha detto che ci poniamo fuori dall'arco democratico e repubblicano, tecnicamente significa che Fdi è forza eversiva, e una forza eversiva può essere sciolta dal governo" afferma Giorgia Meloni. "Io devo condannare cose che non ci riguardano, invece. Veramente mi sono stufata", dice con riferimento a Forza Nuova. E scandisce: "Non mi faccio fare l'esame del sangue da gente che non ha l'autorità morale per farla. Il Pd ci vuole sciogliere con metodi da regime, se ci riescono ci devono battere alle urne".

Poi torna sul Green pass: "L'Italia è Repubblica fondata sul lavoro, è la Costituzione, ora dire che la gente non può lavorare perché non ha un lasciapassare del governo o avere diminuito lo stipendio è una cosa enorme". "Il minimo che devi fare è tamponi a 72 ore, gratuiti, piuttosto che l'obbligo malcelato" al vaccino "tramite il Green pass". "Poi è chiaro - conclude - che la gente si arrabbia e si arrabbia senza essere fascista".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli