Meloni: "Il mio libro? Almeno critiche su chi sono davvero"

·1 minuto per la lettura

"L'obiettivo del mio libro? Ho scritto 'Io sono Giorgia', perché almeno si potesse criticare chi sono davvero, so che a tanti non piaccio, ma troppo spesso ho sentito parlare di me non riconoscendomi nella persona di cui si parlava". Così Giorgia Meloni, intervistata dall'AdnKronos, parla del suo volume, appena uscito in libreria e al centro del dibattito.

"Quindi - spiega - chiunque, sia chi mi vuole bene e stima, sia chi mi detesta, secondo me, fa bene a leggere il libro, così sa di chi sta parlando, se vale la pena di continuare a stimare o di dire le cose che si dicono". "Io - ricorda -non ho mai avuto pregiudizi, io le cose prima le studio e poi le giudico, magari il libro può essere uno strumento per valutare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli