Meloni: Lega e FI votino con noi risoluzione comune contro il Mes

Bar

Roma, 9 dic. (askanews) - Giorgia Meloni, in una intervista alla Stampa, ha proposto agli alleati Matteo Salvini e Silvio Berlusconi di presentare mercoledì al Senato una risoluzione parlamentare comune che impegni il governo a non sottoscrivere la riforma del Mes. "Noi - ha spiegato la presidente di Fratelli d'Italia - presentiamo la nostra risoluzione ma propongo ai gruppi di Lega e Fi di presentarne una comune del per impegnare il governo a non firmare la riforma del Mes. Confido che molti grillini la votino. Spero che ci sia ancora qualcuno nei 5 Stelle disponibile a non svendere tutto quello che ha detto per anni e si ribelli".

Il ministro dell'Economia Gualtieri ha accusato Meloni e Salvini di fare del terrorismo sul Mes a scopi elettorali. "Io - è la replica della leader di FdI - sono sempre stata prudentissima ma mi aspetto che qualcuno risponda alle mie osservazioni senza dire che siamo terroristi e nazionalisti che portano alla guerra. È vero o non è vero che con la riforma il Mes diventa sempre più un fondo salva-banche, e che le banche oggi più in difficoltà sono quelle tedesche, le più esposte sui derivati? È vero o no che chi accede a fondo potrebbe essere costretto a ristrutturare il suo debito? È vero o no che questa ipotesi potrebbe rendere meno appetibili i titoli di Stato italiani?Ecco, domani (oggi per chi legge, ndr) sarò a Bruxelles con tutti i parlamentari di Fdi per dire che non siamo disposti a farci prendere in giro".

Il premier Conte ha detto che si meraviglia di lei che si applica mentre Salvini parla senza studiare i dossier. "Appunto, io - ha detto Meloni - studio le carte e so quel dico, ma il premier dovrebbe stupirsi di quel signore che aveva accanto, Di Maio: anche lui ha sollevato molti dubbi sul Mes. Voglio ricordare che i 5 Stelle nel loro programma elettorale del 2018 sostenevano il superamento del fondo salva-Stati, quello originario. Ora invece stanno votando la riforma del Mes".