Meloni: "Noi attenti a distanziamento, a Roma affluenza oltre previsto"

webinfo@adnkronos.com

di Francesco Saita 

"Gli assembramenti a Piazza del Popolo? Sorprende che il coronavirus si diffonda solo nei casi di assembramento delle manifestazioni del centrodestra e non in eventi di altro genere". Lo dice Giorgia Meloni, intervistata dall'AdnKronos, il giorno dopo l'evento del centrodestra, convocato per la festa della Repubblica, nella piazza sovranista di Roma. La leader di Fdi replica alle accuse sull'organizzazione, sui distanziamenti che sono mancati, sulle persone accalcate e, in alcuni casi, senza mascherine. E usa l'ironia: "È un punto - aggiunge sulle polemiche a senso unico - che mettiamo nel capitolo delle particolarità sul virus che ci spiegheranno gli scienziati delle task force governative".  

Poi la leader della destra spiega: "Purtroppo, gli assembramenti si sono visti in occasione del 25 aprile, dell’arrivo di Silvia Romano in Italia, dell’intervento di Conte alla cerimonia di inaugurazione dell’ultima campata del Ponte di Genova, ieri con l’arrivo del Presidente della Repubblica Mattarella a Codogno, epicentro dell’epidemia, e in alcuni frangenti alle manifestazioni organizzate dal centrodestra". 

"Noi - conclude - abbiamo fatto manifestazioni in tutta Italia, stando il più possibile attenti alle situazioni di pericolo, indossando le mascherine e rispettando il distanziamento sociale. Purtroppo, non ci siamo pienamente riusciti a Roma per l’affluenza oltre il previsto e oltre quello che auspicavamo. La voglia di partecipare degli italiani, da Codogno a Roma, è figlia delle mancate risposte da parte del governo".