Meloni: Proietti figlio di Roma, un intellettuale ma anche uno zio

Bar
·1 minuto per la lettura

Roma, 5 nov. (askanews) - "Oggi Roma e ogni romano sono in lutto. Oggi viviamo un lutto collettivo ma anche personale. Perché oggi salutiamo un figlio di Roma che ha dato lustro alla nostra città in Italia e nel mondo, ma anche una persona che molti consideravano di famiglia. Gigi Proietti era sì un attore straordinario, un grande uomo di cultura, un intellettuale raffinato e popolare ma era anche lo zio che ti faceva morire dal ridere quando veniva a trovarti o teneva il banco della tombola a Natale". Lo ha scritto su Facebook la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. "La sua comicità, i suoi personaggi, il suo sorriso, le sue battute - ha aggiunto - fanno parte di noi. Ci sono sempre stati: nelle nostre chiacchierate, negli scherzi e nei momenti più belli. E sempre ci saranno. Gigi ci sarà con Mandrake, con Gastone, col vecchietto delle favole, con Toto nella sauna e con le mille maschere che ci ha regalato". "Addio Gigi, la gente di Roma non ti dimenticherà mai", ha concluso Meloni.