Meloni: "Ue intervenga sul caro energia"

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Il tema caldo che ha caratterizzato il 2022 e farà da protagonista anche nel 2023 è il caro bollette, che dopo lo scoppio della guerra in Ucraina è diventato una priorità per tutte le Nazioni. Giorgia Meloni è però preoccupata e chiede l’intervento dell’Unione Europea (UE).

Caro bollette, parla il premier Giorgia Meloni: “Unione Europea intervenga”

Il presidente del Consiglio dei Ministri è intervenuta a Bergamo durante l‘Assemblea nazionale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI). La Meloni ha parlato a lungo di crisi energetica e caro bollette ed ha dichiarato: “Purtroppo abbiamo la spada di Damocle del caro energia che drena le risorse“. Poi ha aggiunto le sue preoccupazioni chiedendo un intervento dell’UE: “Gli interventi per calmierare ci costano circa 5 miliardi di euro al mese: stiamo studiando le proposte arrivate, se non interverrà la commissione europea sarà difficile fare fronte a questi costi“.

La manovra 2023: quasi tutti i fondi per contrastare il caro bollette

Il governo è nato in corrispondenza della legge di bilancio 2023. La manovra è la versa prova del nove di ogni governo e quest’anno era particolarmente complicato accontentare tutti viste le imminenti emergenze da contrastare. L’esecutivo al momento ha parlato di 30 miliardi da stanziare, la maggior parte dei quali saranno destinati al caro bollette, al contrasto della crisi energetica e della conseguente inflazione.