Memoria, Raggi: arginare subito derive razziste e antisemite

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 gen. (askanews) - "La memoria di ciò che è stato genera il nostro presente e il nostro futuro, e ci serve per prevenire ulteriori derive razziste e xenofobe e antisemite che in questi ultimi anni in Europa si stanno riaccendendo. Sta anche alla nostra capacità di leggere la società odierna e questi fenomeni per poterli arginare subito. Spegnere queste scintille prima che divampino di nuovo". Così la sindaca di Roma Virginia raggi intervenendo in streaming alla maratona online dedicata al Giorno​ della Memoria curata da Biblioteche di Roma, Biblioteca Casa della Memoria, con le associazioni Aned, Anei, Anpc, Anpi, Anppia, Circolo Gianni Bosio, Fiap, Irsifar e Teatro Biblioteca Quarticciolo in collaborazione con il Teatro Argentina-Teatro di Roma e Istituto Luce Cinecittà.

"Diciamo spesso ai nostri ragazzi che l'indifferenza è l'anticamera di queste derive - ha continuato Raggi - non possiamo chiudere gli occhi a partire dalle scuole, dai piccoli episodi di bullismo e violenza che possono generare, con il tempo, episodi più gravi. Dobbiamo far quadrato intorno ai più fragili".

"L'orrore della Shoah - ha sottolineato Raggi - ha marchiato in modo indelebile il secolo scorso, e si è riflettuto nell'evoluzione delle nostre comunità. La mia generazione ha la fortuna di non aver vissuto quell'epoca, ma la sfortuna di non poterne ascoltare testimonianza diretta, perché i superstiti sono pochi". "Questa maratona - ha concluso - ha una sua importanza per continuare a costruire una comunità sulla democrazia, la tolleranza, del rispetto dell'uomo sull'uomo. Grazie per aver non voluto mancare questo appuntamento, anche con strumenti diversi, con una distanza fisica ma non emotiva da quegli accadimenti", ha concluso.