Memoria: "Siamo tutti ebrei", Astorre affigge cartello a casa

Bet

Roma, 24 gen. (askanews) - ""Siamo tutti ebrei" è la scritta che il segretario del Pd Lazio, il senatore Bruno Astorre ha affisso sulla porta della sua abitazione, in provincia di Roma, come segno di solidarietà con la famiglia di Lidia Beccaria Rolfi sulla cui abitazione, a Mondovì in provincia di Cuneo, è comparsa la scritta "Juden Hier" come nelle città tedesche durante il nazismo.

Un'affissione che Astorre, non ebreo, ha poi lanciato in un hashtag sui social per condannare "il gesto folle con cui si è voluto colpire la comunità ebraica, la storia, la memoria non soltanto di Lidia Beccaria deportata nel terribile campo di concentramento tedesco di Ravensbruck riservato alle donne, ma tutti noi, e milioni di donne - conclude Astorre - uomini e bambini che hanno sofferto pene indicibili e perso la vita per mano dei nazifascisti".