Meningite: quinto caso in un mese nel bergamasco

Mpd

Roma, 5 gen. (askanews) - Quinto caso di sepsi da meningococco in poco più di un mese nella nostra provincia di Bergamo, e in particolare nella zona tra Villongo, Predore e Castelli Calepio. A quanto riferito dall'Eco di Bergamo si tratta di un ragazzo di 16 anni riceovarto ieri in prognosi riservata all'ospedale papa Giovanni con febbre alta e difficoltà respiratorie. Per fortuna le condizioni del ragazzo, di Castelli Calepio, sembrano migliorare: è stabile, respira da solo, e la prognosi si presenta in miglioramento. Ancora non è arrivato l'esito dell'analisi di tipizzazione che dovrà stabilire se anche qui si tratti di sepsi da meningococco di tipo C, quella che ha colpito anche gli altri quattro casi precedenti, tutti nel Basso Sebino bergamasco: una donna di 48 anni, di Predore, che lavorava proprio a Castelli Calepio e che è deceduta agli Spedali Civili di Brescia, mentre il 3 dicembre era morta, sempre per sepsi da meningococco, una diciannovenne di Villongo. Sempre di Villongo gli altri due colpiti: una studentessa di 16 anni e un uomo di 36, entrambi ora fuori pericolo.

Nel pomeriggio di oggi si terrà un vertice in Prefettura a Bergamo a cui parteciperanno tutti i sindaci del Sebino. Si farà il punto della situazione e si metteranno in campo le strategie di intervento.