Mentre attende il presidente ungherese il Papa sbircia in piazza

Ska

Città del Vaticano, 14 feb. (askanews) - E' un gesto semplice eppure fuori dal protocollo, al punto da essere diventato, nel corso del tempo, oggetto di fantasticherie cinematografiche, da Roberto Beningi che in una gag del "Papocchio" suscita improvvisi scoppi di esultanza in piazza San Pietro al "Young Pope" Jude Law che rifiuta di affacciarsi creando tra i fedeli una spasmodica attesa. Il Papa solitamente si affaccia dalla finestra del suo studio solo la domenica a mezzogiorno, ora dell'Angelus, altrimenti evita. Ma quante volte un Pontefice, incuriosito, sbircia per vedere i fedeli nel colonnato berniniano? Probabilmente, senza essere notato, spesso. Oggi, però, è accaduto che qualcuno lo vedesse. E' avvenuto mentre Papa Francesco attendeva il presidente ungherese Janos Ader. Un lieve ritardo, e Francesco si è ritrovato un piccolo buco nella sua intensa agenda di udienze mattutine. L'occasione, a quanto riferito, di avvicinarsi alla finestra, scostare la tenda, mormorando "Vediamo che succede in piazza...". E chissà che tra i fedeli qualcuno non lo abbia intravisto e salutato.